La pittura e il silenzio

Por Rita Ruscito
2009

Se non fossimo così ostinati
nel tenere in movimento le nostre vite
e per una volta riuscissimo a non far nulla,
forse un immenso silenzio
potrebbe interrompere questa tristezza
di non comprendere mai noi stessi…

tratto da: P.Neruda "Keeping quiet"
in: "Extravagaria"

Pitture silenziose – ha detto qualcuno parlando dei quadri di Silvana. Ora è raro che delle pitture non lo siano, raramente però dei quadri così intensamente ti comunicano un desiderio di sognante e sognato silenzio anche quando rappresentano luoghi di antica bellezza e armonia oggi spesso assediati dal rumore.
Nella sua pittura "ritorna la serenità del buon tempo andato e il desiderio di ricordare un mondo che scompare irrimediabilmente". Dunque sottile nostalgia di un mondo perduto e lontano?
Non credo si tratti di questo. Conosco Silvana come donna capace di grande concretezza, quella che la porta ad avventurarsi con la sua auto piena di colori tavolozze cavalletti a cercare e cercare…(sì, è vero, come ai bei tempi andati Silvana è un'artista legata alla pittura "en pleine air"). Ed è come se nella sua ricerca lei approdasse sempre ad uno stesso "luogo" – quello del silenzio appunto – che non è "reale": nella natura come nella città. E' il silenzio interiore, il tacere delle emozioni, il farsi lo sguardo acuto e sensibile, affrontando il rischio, a volte, di dipingere anche quel che è stato innumerevoli volte dipinto. Certa come lei è di riuscire a cogliere ogni volta quel "genius loci" che i luoghi possiedono e suggeriscono solo a chi è in grado di sintonizzarsi con essi, cogliendone le complementari energie tra architetture e elementi naturali.
I suoi luoghi mai contengono figure umane o animali, quasi a fuggire le emozioni che ad esse potrebbero essere legate; ma mai è assente l'umano, ciò che l'uomo ha progettato e costruito attraverso il tempo. Ecco ri-prodursi morbidamente quelle tonalità ocra rosate marroni di antiche pietre mattoni intonaci, immersi nei verdi-azzurri della natura.
Gli stessi colori li ritroviamo poi a riempire i corpi nei suoi nudi e nelle sue nature morte - più ricchi ancora, come è naturale, di ombre e di sfumature. Ma stesi con la stessa morbidezza e delicatezza a costruire anche qui composizioni quiete e equilibrate – sempre. A volte attraversate da una dolce malinconia.
Fa bene cercare il silenzio, specie in un mondo così assordante; e nel silenzio rallentare, osservandole, le proprie emozioni:.. perché insieme al silenzio quello che andiamo poco a poco trovando, in una dimensione quasi-meditativa, è armonia e equilibrio In questo senso i quadri di Silvana possono anche rappresentare un approdo dell'anima oltre che dello sguardo.

cellulare: (+39) 339.6769093
cellulare Argentina: (+54) 11 9 6351 4196

Via del Lago Terrione 45
00165 Roma

silvanachiozza@gmail.com